Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

ARTE E PAESAGGIO TRA SABINA E CICOLANO: una lettura storica del territorio attraverso le fonti iconografiche
La ricostruzione del paesaggio attraverso la lettura delle fonti iconografiche è un metodo di studio molto diffuso fra gli storici. Come già Emilio Sereni scriveva nella sua “Storia del paesaggio agrario italiano”, numerose riproduzioni di opere d’arte delle varie epoche come mosaici, tele, affreschi, dipinti e disegni, permettono un continuo riscontro visivo con il racconto storico. Ma che cos’è il paesaggio? Se il territorio è lo spazio fisico dell’agire umano, dell’abitare, del produrre, quindi dimensione concreta e oggettiva, il paesaggio è invece la proiezione visiva di quel territorio, riconoscibile attraverso la percezione delle sue forme fisiche e, attraverso le opere che l’individuo o la società di cui è parte, hanno inserito in quello spazio fisico.
Il contributo di Gianna Petrongari (sociologa e studiosa di storia locale), focalizza l’attenzione sui paesaggi della Sabina e del Cicolano osservati nel loro divenire storico, attraverso lo studio e l’analisi delle fonti iconografiche, opere di pittori e mappe di cartografi, architetti e agrimensori. A partire dai coloratissimi cabrei, commissionati dai ricchi proprietari terrieri, agli affreschi rinvenuti nei palazzi signorili e nelle chiese antiche, alle vedute prospettiche dei paesi, agli splendidi disegni dei viaggiatori del Grand Tour del Sette-Ottocento, fino alle opere straordinarie di pittori come Antonino Calcagnadoro e Lin Delija, i paesaggi di Sabina e Cicolano si rivelano a noi oggi, così come si presentavano nel passato agli occhi degli autori: il dipinto e la mappa topografica assumono così il valore di veri e propri documenti storici che hanno immortalato, in epoche precedenti alla tecnica fotografica, paesaggi storici ed elementi visivi oggi in gran parte scomparsi.

La conferenza si svolgerà nel rispetto delle linee di prevenzione e contenimento della pandemia da Covid 19, come da decreto vigente. L’ingresso è gratuito con super green pass e mascherina ffp2

Per info: 331.8822058

Torna in cima