2021

ANDAR PER SELVE E PER DIRITTE VIE

Progetto finanziato con fondi della Regione Lazio (Avviso Pubblico “La Cultura fa Sistema”, annualità 2021, L.R. 24/2019)

SCARICA LA BROCHURE
SCARICA L’ELENCO COMPLETO DELLE ATTIVITÀ

Con il nuovo tema per il 2021 il SIMBAS prosegue sulla linea adottata al suo esordio, focalizzando l’attenzione sugli elementi fondamentali della natura: il paesaggio e gli elementi naturali, storici, artistico-letterari ed introspettivi ad esso collegati, nel quale far confluire richiami a scenari e suggestioni dantesche, di cui i territori di Sabina e Cicolano sono estremamente ricchi. 

Il titolo del progetto, “ANDAR PER SELVE E DIRITTE VIE … tra paesaggi fisici e paesaggi dell’animo”, introduce questi richiami, che trovano riscontro in un territorio in gran parte montuoso, ricco di boschi, valli e sentieri, questi ultimi sia naturalistici che religiosi, caratterizzati dalle antiche tradizioni culturali e spirituali. Con l’intento di valorizzare questo patrimonio nel suo insieme, il SIMBAS, adottando una formula ormai collaudata ed apprezzata dal pubblico, propone un approccio divulgativo e multidisciplinare e al tempo stesso avvincente. Il tema del paesaggio viene declinato attraverso tre principali ambiti tematici, che sviluppano e approfondiscono tre distinti percorsi di conoscenza:

Il Paesaggio fisico – inteso come spazio geografico, come natura e ambiente, ma anche come spazio antropico e urbano, studiato dialetticamente nel suo continuo, inesorabile evolversi e modificarsi nel tempo.

Il Paesaggio nel rapporto tra uomo, sacro e divino – ricercato con l’analisi e lo studio delle varie epoche e culture, in particolare attraverso riferimenti e collegamenti con la spiritualità francescana, fondata sul rispetto del creato e degli esseri viventi che lo popolano, anche quelli più selvaggi, come il lupo. 

Il Paesaggio dell’animo – è il paesaggio che ispira suggestioni letterarie narrate da poeti e scrittori, dove lo spazio fisico trova sublimazione. Ne è un chiaro esempio il paesaggio dantesco al tempo stesso fisico e naturale, ma anche metafisico e simbolico, in quanto caratterizzato dalla verticalità. Il viaggio di Dante infatti ha una traiettoria verticale, dal basso (Inferno) verso l’alto (Paradiso), dal buio (Inferno), verso la luce (Paradiso).

Sabina e Cicolano: il paesaggio tra spiritualità e cultura

La grande varietà e la complessità morfologica degli ambienti naturali che caratterizzano il territorio del SIMBAS costituisce la base ideale sulla quale è stato strutturato il tema di quest’anno, che si sviluppa come un tour alla scoperta degli straordinari paesaggi della Sabina e del Cicolano, non da tutti conosciuti. Queste due regioni geografiche nel periodo preunitario appartennero, l’una, per gran parte allo Stato della Chiesa e l’altra al Regno di Napoli e videro i propri territori confluire sotto un’unica giurisdizione solo nel 1927, con l’istituzione della Provincia di Rieti. Per secoli e fino a quella data, la loro storia aveva seguito percorsi profondamente diversi, che ne avevano plasmato gli usi e i costumi, i dialetti, le tradizioni culturali, le abitudini alimentari, i sistemi di conduzione delle terre. C’è tuttavia un aspetto che accomuna queste due regioni geografiche, tanto da costituire una costante sulla quale è possibile strutturare un percorso unitario: il prevalere del paesaggio montuoso e collinare, ricoperto da un folto manto boschivo, al quale si alternano valli profonde solcate da fiumi e torrenti. Un patrimonio culturale e paesaggistico nel quale si inserisce il percorso storico del francescanesimo, che soprattutto nella Piana di Rieti ha radici profonde. Testimoni del passaggio di San Francesco sono i santuari fondati nel XIII secolo dal Poverello di Assisi, che conferì alla Valle reatina l’epiteto di Valle Santa. Ma non solo. I paesaggi, che svelano una natura ancora in gran parte selvaggia e ricca di fauna autoctona, riconducono inequivocabilmente al mondo dantesco, nel quale scenari oltremondani ed elementi fantastici si collegano a luoghi terreni: si pensi soltanto alle selve del poema, che è quanto di più vicino alle immagini di questi territori. Per valorizzare i paesaggi finora descritti e favorirne la conoscenza il SIMBAS mette in campo un programma di attività didattiche, conferenze, incontri letterari, reading e spettacoli dal vivo, anche per consentire ad un pubblico variegato di familiarizzare con le strutture culturali del territorio. Gli interventi culmineranno nelle celebrazioni dantesche, finalizzate a celebrare la figura del padre della lingua e della letteratura italiana Dante Alighieri, attraverso un contest di scrittura creativa, diversi incontri di approfondimento e spettacoli dal vivo. Per il dettaglio delle attività si rimanda al programma in fondo all’opuscolo. L’invito a partecipare è rivolto a tutti, in attesa che il turismo, soprattutto quello culturale, torni di nuovo “a riveder le stelle”.

IL VIDEO PROMOZIONALE DEL TERRITORIO
IL CONTEST DI SCRITTURA CREATIVA
GLI SPETTACOLI
LE ATTIVITÀ DIDATTICHE
LE CONFERENZE
IL VIDEOGIOCO DEL SIMBAS

SIMBAS CARD

NOVITÀ

Scopri la SIMBAS CARD - la carta vincente per la Cultura del nostro territorio - Entra a far farte della Comunità del SIMBAS!

VIDEO

Per vedere il video devi accettare i cookie di marketing
Clicca qui per accettare i cookie di marketing.

CONTEST LETTERARIO CERIMONIA CONCLUSIVA DI PREMIAZIONE 
Con la partecipazione di Raffaello Simeoni, Paolo Santini e Blessed Valley

STRUTTURE CULTURALI PARTECIPANTI AL PROGETTO
ANDAR PER SELVE E PER DIRITTE VIE, TRA PAESAGGI FISICI E PAESAGGI DELL’ANIMO